Conosci le candidate e i candidati del centrosinistra 
di Milano Metropolitana

Camera dei Deputati

Plurinominali - Collegio 1

Enrico Letta
Enrico Letta è il Segretario Nazionale del Partito Democratico. 
 
Dal 2015 al 2021 è stato Dean della Scuola di Affari Internazionali presso SciencesPo Paris e nel 2019 è stato nominato per un biennio Presidente dell'APSIA (Association of Professional Schools of International Affairs). È anche Presidente dell'Istituto Jacques Delors dal 2016. 
 
In precedenza, è stato Presidente del Consiglio dei Ministri (2013-14), nonché Ministro per le politiche comunitarie (1998-99), Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato (2000), Ministro del commercio con l’estero (2000-01), e Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dell'allora premier Romano Prodi (2006-08).
Lia Quartapelle

Lia Quartapelle è deputata e responsabile esteri del PD. È stata eletta la prima volta nel 2013, dopo essere stata candidata grazie alle primarie per i parlamentari. Ha fondato nel 2007 il circolo 02PD - A Milano piace democratico, e ha lavorato come ricercatrice presso l’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale).

È membra del board italiano dello European Council on Foreign Relations (ECFR) e presiede l’advisory board di WIIS Italy (Women in International Security). Ha scritto tre libri e diversi articoli accademici.

Plurinominali - Collegio 2

Silvia Roggiani

Mi chiamo Silvia Roggiani, ho 38 anni e sono nata, con la Resistenza nel destino, il 25 aprile a Busto Arsizio. Cresciuta a Ferno, un piccolo comune in provincia di Varese, come tante e tanti mi sento una milanese di adozione. Proprio a Ferno, dopo aver preso la mia prima tessera quando il Partito Democratico, nel 2007, è nato, ho fatto i miei primi passi in politica venendo eletta come consigliera comunale.

Dopo essermi diplomata al liceo socio-psico-pedagogico a Varese, ho continuato gli studi laureandomi in Cooperazione allo sviluppo a Pavia e in Scienze politiche e di governo in Statale a Milano e di recente ho conseguito un MBA essential alla London School. Durante gli studi ho collaborato all'interno dell’ufficio progetti della fondazione Exodus di Don Mazzi e per oltre 14 anni, tra Milano, Bruxelles e Strasburgo, sono stata assistente parlamentare dell'eurodeputata Patrizia Toia coltivando una lunga esperienza nell'ambito della legislazione europea.

Nel 2015 ho animato insieme a tantissime e tantissimi Bella Ciao Milano, un gruppo bellissimo e intergenerazionale, che faceva della Resistenza e dell’antifascismo i suoi principi cardine. Dalle radici di questo progetto sono poi nate le Magliette Gialle, di cui sono stata promotrice. Dopo aver coordinato la Festa de l’Unità nazionale a Porta Venezia, sono diventata Responsabile Organizzazione del PD Milano Metropolitana con Pietro Bussolati segretario. Campagne elettorali, primarie e Festa de l’Unità, sono stati anni entusiasmanti in cui abbiamo sperimentato nuove forme di mobilitazione e partecipazione.

Nel 2018, con circa il 60% dei voti sono stata eletta segretaria metropolitana del Partito Democratico milanese. In questi anni ho portato avanti con le volontarie e i volontari battaglie sui diritti, per le donne che ancora oggi si ritrovano a dover scegliere tra la possibilità di costruire una famiglia e continuare a lavorare, per la difesa della Terra e per una vera sanità territoriale per tutte e tutti.

Nel 2022 sono stata nominata responsabile dei volontari del Partito Democratico nazionale e candidata come Capolista alla Camera nel collegio plurinominale Lombardia 1 - P02. Perché nessun destino è già scritto, continuiamo a lottare per il nostro futuro.

Matteo Mauri

Matteo Mauri è candidato alla Camera nel Collegio che comprende il Nord e l'Est della provincia di Milano e l'intera provincia di Monza-Brianza.

Ha 52 anni, vive da sempre a Milano, è sposato e ha due figlie adolescenti.

È laureato in Scienze Politiche alla Statale di Milano e ha iniziato a seguire la politica fin dagli anni del Liceo.

La passione e l'impegno l'hanno portato a diventare prima Assessore e Capogruppo alla Provincia di Milano e poi Parlamentare, anche con il ruolo di Vice capogruppo alla Camera.

Ha avuto anche importanti incarichi di partito, venendo nominato per due volte in Segreteria nazionale del PD, prima con Pierluigi Bersani e poi con Maurizio Martina.

Tra il 2019 e il 2021, durante il Governo Conte II, ha ricoperto l'incarico di Vice Ministro dell'Interno con la delega alla Pubblica Sicurezza.

In quel periodo ha seguito direttamente il nuovo Decreto Immigrazione, che ha cancellato i Decreti Salvini.

È attualmente il responsabile "Cittadinanza e Immigrazione" nazionale nominato dal Segretario Enrico Letta.

Gli piace leggere e scoprire posti nuovi, tempo permettendo. È appassionato di Storia e di archeologia e ama il basket, l'atletica e il rugby.

Simona Buraschi

Sono Simona Buraschi, classe 1977, di Meda (MB). Sono sposata e ho due figli, di professione Avvocata, titolare di studio legale.

Il mio impegno politico, sempre svolto nel PD, è dedizione agli altri e per gli obiettivi grandi di inclusione sociale, attenzione ai bisogni dei più fragili e famiglia, di cura del territorio e sostenibilità ambientale, di lavoro giusto e sviluppo, declinati nella concretezza del livello locale.

Ho svolto incarichi di amministrazione, Vice Sindaca e Assessora al Comune di Meda 2012-2017 con deleghe a Pianificazione del Territorio, Lavori Pubblici ed Istruzione ed Assessora al Comune di Cesano Maderno 2020-2022 con deleghe a Inclusione e Coesione Sociale, Pari Opportunità, AFI - Politiche sulla Famiglia, Emergenza Abitativa, Beni Confiscati e PNRR. Sono stata anche Segretaria del Circolo PD di Meda dal 2008 al 2013, membro dell’Assemblea nazionale PD dal 2009 al 2013 ed attualmente componente della Segreteria provinciale PD.

Credo molto nelle donne. Dal 2019 sono la Coordinatrice delle Donne Democratiche di Monza e Brianza e componente del Coordinamento Donne nazionale. 

E’ un onore per me poter essere candidata alla Camera nella lista del PD del nostro collegio elettorale.

Una candidatura proposta da diversi Circoli PD di Monza e Brianza, che ringrazio. La mia presenza valorizza le tante persone che con generosità e convinzione si spendono quotidianamente per sostenere un progetto politico che migliori la vita della propria comunità. Vedere poi che il volto del PD per Monza e Brianza è femminile rafforza al mio impegno.

Nelle elezioni del prossimo 25 settembre saranno in campo due visioni politiche e culturali. Una conservatrice ed una rivolta al futuro, in grado di affrontare i difficili temi che ci attendono indirizzando l’agenda politica nazionale ed europea su un’economia sostenibile, sulla transizione ecologica e digitale, sulla giustizia sociale, sul lavoro buono, sulla realizzazione di ciascun individuo in una comunità solidale ed equa.

Dentro questa proposta ci sono persone, come me ed altri, che appartengono ai nostri territori e delle quali conoscete l’impegno. Votiamo, quindi, il PD con fiducia.

 

Uninominali

Paolo Romano

Mi presento: sono Paolo Romano ho 26 anni, lavoro come consulente in partita IVA, sono un amministratore locale e sono laureato in economia.

A te che leggi, voglio chiedere: “Come ti immagini l’Italia che verrà?”. Io vorrei un Paese in cui restare, in cui le generazioni lavorino insieme per permettere che ognuno abbia l’opportunità di essere felice. Un Paese che investa in scuola e istruzione, in cui il lavoro non sia un incubo, in cui la sanità sia davvero pubblica, in cui sia facile innovare e fare impresa. 

Voglio un Paese in cui “libertà” sia sinonimo di diritti e inclusione. Un Paese che non chiuda gli occhi davanti alla crisi climatica e davanti alle mafie che ancora oggi devastano i nostri territori. Un Paese giusto.

C’è chi dice che siamo “troppo giovani” per costruire un’Italia così: io penso che siamo troppo giovani per non provarci davvero e cambiare le cose.

Il 25 settembre stringiamo un patto tra generazioni: serve il voto di tutti.

Ilaria Ramoni

Avvocata Cassazionista del Foro di Milano e Amministratrice Giudiziaria di beni confiscati alla mafia, dopo un'importante esperienza nel campo del diritto del lavoro, svolge la sua attività prevalentemente nel settore del diritto penale dell'impresa, della criminalità organizzata e delle misure di prevenzione. Da sempre al fianco delle vittime di mafia, di usura e di estorsione, delle battaglie per la parità di genere e il riscatto delle donne, per la tutela dell'ambiente nonché per l'affermazione dei diritti di tutte e tutti.

Componente del Centro di azione giuridica di Legambiente Lombardia, del Comitato per la legalità, la trasparenza e l'efficienza amministrativa del Comune di Milano presieduto da Gherardo Colombo nonché Consulente della commissione parlamentare antimafia.

Relatrice in convegni e seminari, formatrice e autrice di articoli e saggi. Coautrice dei libri "Per il nostro bene", la nuova guerra di liberazione, viaggio nell'Italia dei beni confiscati (Chiarelettere, 2013) e "Il giro dei soldi", storie di riciclaggio, da Milano al Delaware: dove finiscono i capitali sporchi di evasori e criminali (Altraeconomia, 2021).

Per dieci anni ha dedicato impegno ed energie all'associazione  LIBERA, presieduta da Luigi Ciotti, di cui è stata responsabile per Milano e la città Metropolitana e membro dell’Ufficio legale nazionale.

Sara Bettinelli

Sara Bettinelli è tra i più giovani amministratori del territorio: ha 40 anni (ne copirà 41 il prossimo novembre) ma già un’esperienza politica di alto livello. Dal 2014 è sindaco di Inveruno, riconfermata al secondo mandato con il 67% delle preferenze, ma nel tempo ha avuto modo di lavorare ed impegnarsi anche in diversi enti sovra comunali.

Dal 2019 è Membro Direzione Anci Lombardia (da 2022 Presidente Dipartimento Città Metropolitana), mentre da dicembre 2021 è Consigliere con delega alla Sicurezza, Protezione Civile, Politiche della Salute di Area Vasta per la Città Metropolitana di Milano. Residente a Inveruno dal 2014 al 2017 è stata anche presidente della Conferenza dei sindaco dell'Alto Milanese che include tutti i 22 Comuni dell’AltoMilanese.

Matteo Mangili

Matteo Mangili, 39 anni, originario di Bergamo, ha vissuto prevalentemente a Milano. Inizia la sua esperienza politica come collaboratore al Parlamento Europeo che prosegue come segretario organizzativo del PD milanese. Fin dal primo mandato è collaboratore del gabinetto del sindaco di Milano Beppe Sala.

È il candidato della coalizione di Centrosinistra per la Camera nel collegio Lombardia P02 U06.

Bruno Tabacci

Nato a Quistello (MN) nel 1946, laureato nel 1970 in Economia e Commercio a Parma, dirigente della PA, negli anni 80 ha diretto l’Ufficio studi del ministero dell’Industria con Giovanni Marcora e la Segreteria tecnica del Tesoro con Giovanni Goria. Prima membro del board di Eni, Snam ed Efibanca, è stato consigliere regionale dal 1985 e poi dall’87 all’89 presidente della Regione Lombardia.

Dal 1998 al 2001 presidente della Soc. Autostradale CISA; nel 2011 assessore al Bilancio del Comune di Milano nella giunta Pisapia. Dal 1992 eletto più volte alla Camera, è stato presidente di Commissioni parlamentari, è attualmente sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo Draghi con delega al Coordinamento della politica economica e segretario del Cipess.

Gianfranco Librandi

Sono nato a Saronno (VA) il 3 agosto 1954 da madre romagnola e padre calabrese, partigiano. Ho iniziato a lavorare a 12 anni come garzone di una panetteria. Per molti anni ho studiato e lavorato duramente, con la convinzione che il futuro me lo sarei dovuto conquistare da solo. E così ho fatto. Sono entrato come operaio di quinto livello alla Ultra-vox, una ditta produttrice di televisori, e dopo tre anni di gavetta sono diventato dirigente. 

Nel 1987 ho lasciato il posto fisso per aprire la mia impresa, la TCI che in 25 anni è diventata un’azienda leader nella progettazione e realizzazione di sistemi elettronici per l’illuminazione e l’efficienza energetica. Oggi TCI esporta in tutto il mondo e dà lavoro a più di 2000 persone. Nel mentre mi sono laureato in economia aziendale e poi in giurisprudenza (a 45 anni, perché non si smette mai di imparare…). Dopo anni di impegno sociale e volontariato ho deciso di dedicarmi alla politica attiva. Nel 2013 sono stato eletto per la prima volta al Parlamento e ho avuto l’onore e la responsabilità di servire il mio Paese portando la mia esperienza di imprenditore nella Commissione bilancio e programmazione. 

Nel 2018 sono stato rieletto alla Camera dei Deputati e sono stato nominato membro della Commissione Affari Esteri e della Commissione Lavoro. L’esperienza di questi anni  mi ha insegnato che fare politica significa prendersi cura degli altri, della nostra comunità. E per farlo serve responsabilità, serve dedizione ma, soprattutto, serve concretezza. Come politico, il mio compito è rispondere a problemi reali con soluzioni concrete, e la mia priorità è garantire a tutti una casa e un lavoro. Da imprenditore ho studiato e depositato due proposte di legge che credo migliorerebbero la qualità della vita e il mercato del lavoro: la "condivisione degli utili aziendali con i dipendenti" e la "settimana di lavoro di 4 giorni". 

Intendo perseguire questi obbiettivi con la stessa determinazione che ha caratterizzato la mia esperienza sociale e professionale. L’entusiasmo che mi accompagna da sempre nel lavoro farà di me un rappresentante presente, accessibile e disponibile al confronto.

Benedetto Della Vedova
Nato a Sondrio il 3 aprile 1962.

Dopo la laurea in discipline economiche e sociali all’Università “L. Bocconi” di Milano (1988), diventa ricercatore presso l’IEFE (Istituto per l’Economia delle fonti di energia, 1987-1990) e in seguito ricercatore presso l’IRER (Istituto di ricerca della Regione Lombardia, 1990-1996). Ha scritto per il Sole24Ore, il Corriere Economia e il Foglio; è stato ideatore e conduttore di rubriche su temi economici per Radio Radicale.

E’ stato Segretario nazionale (1994-1997) e tesoriere (1994-1996) del movimento dei Club Pannella-Riformatori, dirigente Lista Pannella (1997-1999).
Nell’ottobre del 2005 ha fondato i “Riformatori Liberali”, soggetto politico di cui è stato Presidente.

Eletto europarlamentare tra il 1999 e il 2004, Deputato tra il 2006 e il 2013 e Senatore della Repubblica tra il 2013 e il 2018.

Iscritto da 30 anni al partito radicale, dal gennaio 2019 è Segretario di Più Europa, il movimento che ha contribuito a fondare insieme a Emma Bonino.
Attualmente Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri nel governo Draghi. Ha ricoperto questo incarico anche dal 2014 al 2018, nei governi Renzi e Gentiloni.

Senato della Repubblica

Plurinominale

Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli è nato a Cremona nel 1954. Laureato in Scienze Economiche e Bancarie all’Università di Siena, ha conseguito il master in Economia alla London School of Economics. Ha lavorato nel servizio studi della Banca d’Italia e dell’Eni. Dal 1988 lavora per il Fondo monetario internazionale, per cui è stato direttore del Dipartimento Affari Fiscali. Nel 2013-2014 è stato Commissario per la Revisione della spesa per il governo italiano.

Dal 2014 al 2018 è stato Direttore Esecutivo nel Consiglio del Fondo Monetario Internazionale. Da novembre 2018 è direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e insegna all’Università Bocconi.

Simona Malpezzi

Simona Flavia Malpezzi è nata nel 1972, a Cernusco sul Naviglio. Laureata in lettere moderne con indirizzo in storia contemporanea all’Università Cattolica di Milano, è Senatrice della Repubblica e, da marzo 2021, è la Presidente del gruppo dei Senatori del Partito Democratico.

Nel 2009 ha aderito al Partito Democratico ed è stata eletta nel consiglio comunale della sua città, ricoprendo l’incarico di capogruppo del PD.

Alle elezioni politiche del 2013, candidata nelle liste del Partito Democratico, è stata eletta alla Camera dei Deputati, divenendo componente della 7ª commissione permanente “Cultura, scienza e istruzione”, nonché membro della commissione bicamerale “Infanzia e adolescenza” e capogruppo del PD nella commissione d’inchiesta sulle periferie.

Dal 2017 al 2018 è stata Responsabile Nazionale del Dipartimento scuola del Partito Democratico.

Nel 2018 viene eletta Senatrice della Repubblica diventando vicepresidente del gruppo del Partito Democratico.

Da settembre 2019 a marzo 2021 è stata Sottosegretaria di Stato ai Rapporti con il Parlamento del Governo Conte II e poi del Governo Draghi.

Franco Mirabelli

Nato a Milano nel 1960. Dopo la maturità scientifica ho iniziato a studiare economia politica alla Bocconi. Cresciuto politicamente nelle esperienze del volontariato sociale dopo il terremoto del Friuli a Gemona, poi in Irpinia, e nei movimenti per i diritti civili e per la difesa dell'ambiente. Tra i primi ad occuparsi dei temi della sicurezza e della vivibilità della città, dell'affermazione dei diritti delle minoranze (immigrati, omosessuali) e contro la droga. 

Sono stato segretario provinciale di Milano della Federazione Giovanile Comunista Italiana, l'organizzazione giovanile del Partito Comunista Italiano. 

Nel 1991 ho aderito alla svolta della Bolognina del Partito Democratico della Sinistra, per poi confluire nel 1998 aderendo alla svolta di Massimo D'Alema nei Democratici di Sinistra.

Mi sono successivamente candidato alle elezioni regionali in Lombardia del 2005 per i DS, nella lista "Uniti nell'Ulivo" a sostegno di Riccardo Sarfatti, e sono stato eletto nel collegio di Milano con oltre 13.000 preferenze in consiglio regionale della Lombardia, dove mi sono occupato con particolare attenzione ai problemi dell'urbanistica nella commissione infrastrutture e trasporti.

Dal luglio 2004 sono stato segretario provinciale dei DS fino alla formazione del Partito Democratico nel 2007, a cui ho aderito e con quest'ultimo sono stato rieletto consigliere alle regionali del 2010 nel medesimo collegio. In Consiglio Regionale della Lombardia nel 2010 ho proseguito nel lavoro su casa, ambiente, territorio, ed in particolare mi è stato affidato il ruolo di Vicepresidente della Commissione Affari Istituzionali e nel febbraio 2012 sono stato nominato Presidente della Commissione Regionale di Inchiesta sul San Raffaele, con il compito di far luce sulle responsabilità e il coinvolgimento di Regione Lombardia nelle vicende della struttura sanitaria. 

Nel dicembre 2012 mi candido e vinco le primarie "Parlamentarie" indette dal PD per la scelta dei candidati alle successive elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. Alle elezioni politiche del 2013 vengo candidato al Senato della Repubblica, nella circoscrizione Lombardia tra le liste del Partito Democratico (in seconda posizione in lista), venendo eletto senatore.

Nel corso della XVII Legislatura Italiana sono stato membro: della 1ª Commissione Affari Costituzionali dal 6 marzo 2017 al 22 marzo 2018, della 13ª Commissione Territorio, ambiente, beni ambientali dal 7 maggio 2013 al 6 marzo 2017, della 14ª Commissione Politiche dell'Unione europea dal 15 maggio 2013 al 22 marzo 2018, della Commissione parlamentare antimafia dall'11 ottobre 2013 al 22 marzo 2018 e della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario.

Alle elezioni politiche del 2018 vengo ricandidato, nella medesima circoscrizione, e rieletto senatore. Nella XVII Legislatura Italiana sono  membro delle Commissioni Ambiente, Giustizia e Antimafia.

Cristina Tajani

Consigliera esperta presso il Ministero del Lavoro e docente di politiche urbane presso il Politecnico di Milano.

Dal 2011 al 2021 Assessora alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane del Comune di Milano nelle Giunte guidata dai Sindaci Giuliano Pisapia e Beppe Sala. Alle elezioni amministrative del 2016 è risultata la prima degli eletti nella lista “Beppe Sala Sindaco”.

Laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l’Università Commerciale “L. Bocconi” ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Scienze del Lavoro presso l’Università Statale di Milano.

Ha svolto attività di ricerca e docenza presso diverse Università, centri di ricerca (Università di Milano, Università Bicocca, Istituto di Ricerca Sociale, IRS) e presso l’Ufficio Studi della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano.

Autrice di diverse pubblicazioni a carattere scientifico e divulgativo, nel 2021 ha pubblicato per Guerini “Città Prossime. Dal quartiere al mondo, Milano e le metropoli globali”.

Uninominale

Antonio Misiani

Nato a Bergamo nel 1968, laurea in Economia politica all’Università Bocconi di Milano. Nel 2006 è stato eletto alla Camera dei Deputati e nel 2018 al Senato. In entrambi i rami del Parlamento è stato membro della Commissione Bilancio. È stato viceministro dell’Economia e Finanze del governo Conte II.

Dal 2009 al 2013 è stato Tesoriere nazionale del Partito Democratico. È membro della segreteria nazionale e responsabile economia e finanze del Partito Democratico.

Emanuele Fiano

Emanuele Fiano è un Architetto, sposato con Tamara con la quale ha avuto i figli Davide e Michael; laureato con lode nel 1988 al Politecnico di Milano. Successivamente per 9 anni ha svolto attività didattica e di ricerca in quella Università ed esercitato la libera professione, nel 1997 viene eletto in Consiglio Comunale a Milano e nel 2001 diviene capogruppo dei Democratici di Sinistra.

Nel 2006 viene eletto Deputato della Repubblica Italiana e partecipa nel 2007 alla fondazione del Partito Democratico contribuendo tra l’altro alla stesura del codice etico del PD. In Parlamento ha fatto parte del Comitato di controllo dei Servizi di Sicurezza, ed è stato per 9 anni responsabile del settore Sicurezza dello Stato del PD, oltre che membro in varie occasioni della segreteria nazionale, nelle ultime due legislature ha fatto parte della Commissione Affari Costituzionali della Camera.

È stato anche responsabile esteri del Partito tra il 2020 e il 2021. Dal 2018 ad oggi è stato il Segretario d’aula del Partito Democratico. È primo firmatario di  numerose leggi, come quella per il riordino dei servizi di sicurezza, la Legge per il contrasto alla radicalizzazione islamica, la legge per il riordino della Polizia Locale, la Legge per la regolamentazione dei conflitti di interessi, l’istituzione di una commissione per il contrasto alle fake news sulla rete, la Legge per il contrasto all’apologia del Fascismo ed alla sua propaganda.

Adriana Albini

Collaboratrice Scientifica all’ IRCCS Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e docente Patologia Generale, Università Milano Bicocca . E’ stata Responsabile di Laboratorio all IRCCS MultiMedica, Milano e Direttrice Scientifica di Fondazione MultiMedica Onlus, Milano. E’ stata direttore di Dipartimento all’IRCCS di Reggio Emilia e precedentemente ViceDirettore Scientifico dell’IRCCS IST di Genova.ha lavorato in Germania e in USA.

Si occupa di ricerca oncologica, di immunologia, di prevenzione farmacologica e con molecole di origine alimentare e di Covid. Inserita dalla BBC tra le 100 donne più influenti nel 2020. Nel 2021 è stata nominata responsabile del nuovo Gruppo di Lavoro sulla Prevenzione Oncologica (Cancer Prevention Working Group- CPWG) dell'associazione americana per la ricerca sul cancro  (AACR). È stata nel Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della salute. Promuove le donne nella ricerca biologica e negli studi scientifici attraverso l associazione Top Italian Women Scientists. Pratica scherma agonistica nei Master.

È attiva nel PD dalla sua fondazione.

Contatti.

PARTITO DEMOCRATICO 
MILANO METROPOLITANA


Via Alfredo Cappellini, 23
20124 Milano

Tel. (+39) 02 6963 1000
Fax (+39) 02 6963 1023

Partito Democratico
Milano Metropolitana


Social


© Copyright PD Milano Metropolitana