Area stampa

PD Milano Metropolitana

Regione Lombardia: "Invece di sprecare fiato per lanciare accuse, risolvano i problemi"

MILANO - "Ma con quale coraggio Salvini ed altri esponenti leghisti lombardi attaccano il sindaco Sala per portare avanti la loro propaganda e far credere ai cittadini che se soffriamo misure di contenimento la colpa sarebbe del Governo o del Partito Democratico? Tra pasticci gravissimi sui vaccini, caos tamponi, medici di famiglia abbandonati, sanità territoriale inesistente, farebbero bene - anziché sprecare fiato a lanciare accuse - ad ascoltare le nostre proposte e mettersi a lavorare per risolvere problemi. La responsabilità di questo disastro è solo ed esclusivamente di chi è al governo di questa Regione che, tra ritardi, incapacità e inadeguatezza, ha portato la Lombardia alle condizioni in cui si trova oggi.

Possono continuare a raccontare le favole che vogliono, se pensano ingenuamente che questo sia utile a preservare la loro immagine, ma la realtà è un'altra ed è ormai sotto gli occhi di tutti. Una realtà della quale, prima o poi, dovranno rendere conto ai cittadini e alle cittadine lombarde.

Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, PD Milano e Donne Democratiche: Siamo vicine

MILANO - Oggi 25 novembre, nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza di genere, il PD Milano Metropolitana insieme alle Donne Democratiche ha lanciato la campagna di sensibilizzazione "Siamo vicine", attraverso un video pubblicato dai suoi account social, disponibile a questo link

Lo scopo di questa iniziativa è duplice: sensibilizzare i vicini di casa sulla piaga della violenza di genere e dare informazioni su chi rivolgersi per chiedere aiuto se si è vittime.

L'appello alla comunità di iscritti e simpatizzanti, da parte del Partito Democratico, è quello di scrivere su un post-it l'informazione "Se sei vittima di violenza chiama il 1522 o scarica l'app del 1522. Chiedi aiuto. Non sei sola. Siamo vicine" e poi di attaccarlo alla casella della posta dei propri vicini di casa. Le foto raccolte con l'#siamovicine verranno pubblicate per tutta la giornata sulla pagina Facebook del PD Milano Metropolitana.

"Sono mesi duri per il dolore e le sofferenze che vediamo attorno a noi, per chi ci ha lasciato, per chi vive con angoscia la propria situazione economica. E sono mesi duri per le donne che non solo hanno pagato ancora più degli altri la crisi del Covid ma anche perché per tantissime di loro rimanere a casa si è rivelato fatale - dichiara Silvia Roggiani segretaria metropolitana del PD Milano. Secondo un rapporto di ActionAid Italia, infatti, le richieste di aiuto tra marzo e giugno 2020 sono state 15.280, più del doppio che nello stesso periodo del 2019.

Ogni volta è incredibile doverlo dire ma la maggior parte delle violenze si consuma in casa, per mano di chi dovrebbe amare e proteggere, ma a queste donne, picchiate, abusate, violentate, vogliamo ricordare che l'amore non è mai violento, che la colpa non è mai di chi è vittima e che esiste sempre una via d’uscita. Chiedere aiuto al 1522 e denunciare è il primo e indispensabile passo - continua Roggiani -. Oggi non è l’unica data in cui ci ricordiamo di voi, perché oggi vogliamo rinnovare un impegno che dura ogni giorno. Quello di cambiare una società ancora troppo maschilista e violenta, quello di essere al vostro fianco. Non siete sole, siamo vicine" - conclude la segretaria Silvia Roggiani.

Regione Lombardia: "Basta difendere l'indifendibile, regione accetti di cambiare quello che non va"

MILANO - "Ancora una volta il centrodestra si trincera dietro la polemica per nascondere errori e ritardi ormai sotto gli occhi di tutti. Dal Sindaco Sala oggi arrivano cinque proposte concrete, cinque soluzioni pragmatiche sulle quali mettersi a lavorare per fronteggiare l'ondata del Covid, che non possono essere definite polemiche strumentali. Farlo vuol dire, ancora, sottrarsi alle proprie responsabilità, e questo è del tutto inaccettabile. Dopo nove mesi, siamo ancora la regione più colpita d'Italia, cos'altro deve accadere prima che questa giunta si renda conto che quella che continuano a cantare è una musica stonata?

Di fronte alle quotidiane e allarmanti testimonianze sulla difficoltà di vaccinarsi in Lombardia, il sindaco Sala si è tirato su le maniche, ha allestito un tendone della Protezione civile in Piazza Duomo e lo stesso ha fatto realizzando un Check Point clinico in via Novara, dove poter effettuare tamponi rapidi. Se c'è qualcuno che fa campagna elettorale oggi quelle sono la destra e la Lega, ostinate e contrarie a cambiare direzione, sebbene questa si sia ormai rivelata sbagliata. Facciano uno sforzo per il bene delle lombarde e dei lombardi: la smettano di difendere l'indifendibile e si dimostrino all'altezza della gravità della situazione, accettando di cambiare quello che non va.

Così in una nota la segretaria metropolitana del Pd Milano Silvia Roggiani replica alle dichiarazioni del centrodestra, in merito all'intervista rilasciata oggi dal Sindaco Giuseppe Sala sulla sanità lombarda.

Odissea vaccini: "La campagna social del PD Milano per dare voce alle storie dei cittadini"

MILANO - Si chiama "Odissea dei vaccini" l'iniziativa social promossa dal PD Milano Metropolitana per dare voce alle testimonianze delle cittadine e dei cittadini che ci hanno scritto per raccontarci le loro esperienze nel reperimento del vaccino antinfluenzale.

Per questo motivo, nella giornata di oggi la pagina Facebook del PD Milano interrompe la sua comunicazione per lasciare spazio alla pubblicazione - ogni mezz'ora - di un contenuto dedicato ai racconti di chi ha toccato con mano l'inefficienza della sanità lombarda e ad oggi, 17 novembre, ancora aspetta di essere vaccinato contro l'influenza.

"Sono storie di anziani, malati cronici, personale medico-sanitario che ci chiedono come sia possibile che, nella Lombardia della sanità eccellente e, contestualmente, in quella che è la regione più colpita d'Italia dall'onda del Covid, sia possibile che manchino i vaccini contro l'influenza - afferma Silvia Roggiani, segretaria metropolitana del PD Milano.

Abbiamo più volte denunciato come Partito Democratico i ritardi, gli errori, le gare andate a vuoto di questa campagna vaccinale, ma oggi abbiamo deciso di dare voce a chi in prima persona sta vivendo una vera e propria odissea.

Nella Regione che conta un quarto dei contagi e un terzo dei morti a livello nazionale quella dei vaccini è l’ultima saga di un fallimento organizzativo e gestionale della sanità pubblica da parte del Presidente Fontana e del suo assessore al Welfare Giulio Gallera. Fin dalla primavera Regione Lombardia aveva indotto dieci gare per avere il giusto approvvigionamento, ma lo ha fatto accumulando errori su errori. Purtroppo la giunta regionale continua a raccontare in tv che nella nostra regione va tutto bene.

Ma quanto dicono è ormai smentito da segnalazioni quotidiane da parte di cittadine e cittadini che ci scrivono dopo essersi scontrati con l’impossibilità di reperire un vaccino o di prenotare un tampone. Per questo abbiamo deciso di essere cassa di risonanza. Perché - conclude la segretaria dem Silvia Roggiani - più forte è la nostra voce di denuncia, più possibilità avremo di essere ascoltati da Regione Lombardia e di dare risposte ai lombardi.

Regione Lombardia: "Non basta scaricare Gallera, le responsabilità sono di Fontana"

MILANO - "Si rincorrono voci, in queste ore, di una possibile sostituzione o affiancamento dell'assessore Giulio Gallera, fortemente voluti dalla Lega. In questo modo, la maggioranza di Regione Lombardia ammetterebbe l'inadeguatezza del suo assessore al Welfare.

Ma il fallimento della sanità in Lombardia non è imputabile solo a Gallera, perché le politiche scellerate messe in campo in tutti questi mesi sono state avallate e protette da tutta la giunta, dallo stesso gruppo dirigenziale e dal Presidente, che oggi provano a scaricare il loro assessore.

Le responsabilità di quello che sta accadendo in Lombardia, la regione d'Italia che conta un quarto dei contagi e quasi un terzo dei morti nazionali, sono del Presidente della Giunta Attilio Fontana. Ed è a lui che chiediamo di rispondere politicamente dei suoi errori, andando a casa. Le cittadine e i cittadini lombardi meritano un'amministrazione capace di proteggerli, ciò che questo gruppo dirigente non è riuscito a fare finora".

Così scrive su Facebook la segretaria metropolitana del PD Milano, Silvia Roggiani, in merito ai rumors sul possibile comitato di esperti che la maggioranza di Regione Lombardia starebbe pensando di affiancare all'assessore al Welfare Giulio Gallera e sul vertice che si terrà domani.

Contatti.

PARTITO DEMOCRATICO 
MILANO METROPOLITANA


Via Roberto Lepetit, 4
20124 Milano

Tel. (+39) 02 6963 1000
Fax (+39) 02 6963 1023

Partito Democratico
Milano Metropolitana


Social


© Copyright 2020 - PD Milano Metropolitana